Content Curation: 4 domande a Mandy Edwards

Oggi voglio parlare di Content Curation e vi segnalo questa intervista di Mandy Edwards.
Ve la segnalo perché la trovo semplice, diretta e soprattutto mirata a parlare dell’essenziale: alla domanda “quali benefici ti ha apportato la content curation?” Mandy risponde in un modo che condivido appieno, e che avevo espresso anche in questo mio breve billet:

“What benefits has curation brought you? 

One of the biggest benefits I’ve gotten from curating content is the people I’ve met and the friendships that have come from there. I wouldn’t have met you or many of my other social media peers/friends.

When you share someone’s content, it’s the starting part of a conversation and that is where those relationships have come from.”

E voi, cosa ne pensate della Content Curation? Se siete curator, perché avete scelto di farne il vostro mestiere?

Citazione

@MazarsENR: energie rinnovabili, content curation e tanta gioia

Buongiorno!

Oggi è una nuova prima giornata di una nuova settimana, e mi sento carica di pensieri positivi e di esperienza acquisita: ho pensato di condividere questa sensazione con chi avrà voglia di leggermi e di raccontare di sé, così come lo faccio io – è lunedì, lo so, e quindi … happiness!! 🙂 -.

Di cosa parlo esattamente? Ve lo dico subito: il suo nome di battesimo è @MazarsENR, ed è un progetto in francese ed inglese che ho fatto nascere insieme all’équipe – fantastica – di Mazars France: il Digital Team di Mazars ha infatti lanciato questo flusso Twitter pilota due anni fa, circa.

@MazarsENR: il flusso Twitter

@MazarsENR: il flusso Twitter

Ho avuto la grandissima fortuna non solo di poter preparare il progetto insieme ai responsabili del Digital Team, ma anche di gestirlo in autonomia per questi anni. E’ un lavoro composito, che parte dalla ricerca di tutti gli influencer che possono fornire spunti e contenuti di qualità,  per poi organizzare il contenuto vero e proprio del flusso attraverso un lavoro costante di content curation – e la content curation è per me un’esperienza altamente affettiva, ne ho parlato in questo piccolo billet tempo fa -, unito ad un Social media management condotto con rigore e pragmatismo.

@MazarsENR: lo Storify settimanale

@MazarsENR: lo Storify settimanale

E non solo, c’è tanto di più: ci sono state le interviste ad esperti del settore delle energie rinnovabili  – eccone una, a Bernard Salha, Direttore del dipartimento R&D di EDF, per esempio – e le pubblicazioni, sempre da me curate, settimanali e mensili, distribuite in rete attraverso Storify e Flipboard – in questo altro billet ho parlato maggiormente dei miei “tools del cuore”   -.  La pagina dedicata al progetto @MazarsENR si trova qui, per chi mastica il francese e avesse voglia di approfondire la questione ;).

@MazarsENR: i Flipboard mensili

@MazarsENR: i Flipboard mensili

Quello che voglio trasmettere, con questo mio post di oggi, è la gioia di aver trattato un argomento interessante come le energie rinnovabili, per un paese che amo, come la Francia, con un taglio comunicativo innovativo, originale e pieno di contenuti di qualità.

Sono  fiera di aver portato a termine il progetto con l’entusiasmo che mi ha abitata sin dal primo giorno, e questo non solo perché amo il mio lavoro – è scontato, ma ogni tanto fa bene ricordarsi di essere felici di fare quello che si fa! – ma perché ho imparato moltissimo, e questo moltissimo è fatto di strategie, di nuove skills, di nuove persone e di nuove prospettive per la comunicazione e la trasmissione di contenuto di qualità, che è quello che alla fine mi sta a cuore.

Questa gioia voglio portarmela dietro in tutto quello che realizzo e che realizzerò: è un sentimento che mi abita in ogni progetto. In quelli nuovi, perché li vedo nascere ed evolversi, ed in quelli che durano da tempo perché ci metto del mio e lo faccio sempre con entusiasmo.

Vorrei, anche, che si parlasse del sentimento che ci spinge a creare del contenuto, perché è un processo dove si usano molte abilità e dove ci si mette inevitabilmente in gioco in prima persona: non dico questo per essere lacrimevole, non è questa la sede né lo scopo, ma per comunicare passione attraverso la propria professionalità. Questo è il mio messaggio!

Il vostro messaggio, nel vostro lavoro quotidiano, qual è? Mi interessa saperlo, e condividerlo, in vista di nuovi progetti social, ebook, formazioni ;)…

A presto!

Citazione

Social Media: top 5 review (2)

Che avete letto di interessante questa settimana? Io ammetto di essere stata impegnatissima e di aver tenuto poca compagnia al mio PC ;), anche se 5 articoli mi sono parsi particolarmente interessanti.

Ve ne parlo! Magari daranno delle buone dritte anche a voi!

How often should you blog? The ultimate answer

Sarà davvero davvero l’ultima considerazione in fatto di frequenza di pubblicazione sul proprio blog?! Chi può dirlo? Io posso dirvi, però, che trovo questo articolo interessante per il fatto che parli principalmente di obiettivi: una volta fissati quelli più importanti per voi e per la vostra strategia editoriale, potrete definire la frequenza di pubblicazione sul vostro blog. Volete saperne di più? Leggete il testo integrale e avrete ogni dettaglio!

blog_1

 The Science of Social Media: When to Post & How Often [Infographic]

Non vi basta sapere quante volte a settimana postare sul vostro blog? Bene, eccovi due dritte per la frequenza di pubblicazione sui Social Media ;). Riepilogo utile per mettere ordine in vista della strategia editoriale del mese di aprile!

20+ Tools For Content Creation Bloggers Can’t Live Without – [Infographic]

Si, avete capito bene: oggi sono Infographic-maniac. Ma non posso resistere al fascino di infographic + tools per blogger (cedo facilmente alle tentazioni editoriali, lo so! Ma è venerdì…). Fatelo anche voi, lasciatevi andare!

5 Steps to Make the Writing Process Less Painful

Panico da pagina bianca? Eccovi 5 consigli per farvelo passare ;). Eh si, scrivere è il cuore del content marketing: bando alle ciance, allora, leggete l’articolo, davvero utile, sedevi alla testiera e scrivete!

Why People Unfollow Brands on Social Media [Infographic]

Altra annosa questione, oltre a quella della frequenza della pubblicazione su blog & Social media: perché si smette di seguire un brand sui Social media? Questa infographic spiega brevemente il meccanismo che porta all’unfollow con un… algoritmo! Quindi, chi ha capito le cause dell’unfollow alzi la mano – io ci sono, tutto chiaro!

Social Media: top 5 review

Domani è venerdì – evviva! – e per terminare in bellezza la settimana vi propongo la mia top 5, gli articoli che ho trovato più interessanti in questi giorni. Si parla parecchio di book & ebook, perché pare che i nativi digitali preferiscano la carta stampata, – si si, avete capito bene! Si parla, poi, ancora, di ebook per bambini e questo argomento mi sta particolarmente a cuore: non solo perché ho due bimbi, ma soprattutto perché vorrei sondare più nello specifico le possibilità che l’ebook, pensato appositamente per bambini, offre ai piccoli ipovedenti (e mi riprometto di farlo presto!). E poi che altro?! Un articolo di quelli che fanno un po’ da bussola spiegandoci quante volte postare sui Social corredato da un benchmark di ben 9 differenti industrie – mica pizza e fichi! –, un articolo sulle Landing page – queste semi-sconosicute… e ancora Visual Storytelling per rendere potenti le proprie storie su Facebook.

In questa top five io ritrovo: parecchi spunti, alcune idee che si possono adottare immediatamente, argomenti da approfondire e fare propri… nei giorni a venire. Voi cosa ne pensate?

Nel frattempo, buona lettura e buon fine settimana ;)!

 1. Why digital natives prefer reading in print. Yes, you read that right.

books_top5

2. How to Create Picture Ebooks for Kids

childrens-books_top5

  3. How Often Should You Post on Social Media? Benchmarks for 9 Different Industries

 business-financial-services_top5

4. What Is a Good Landing Page Conversion Rate?

landing_page_top5 5. 5 Visual Storytelling Tips To Power Your Content Marketing On Facebook

brothers-457234_640_top5

Citazione

Facebook for Business: cosa succede a partire dal 16/02 – (1/2)

Facebook mette a disposizione dei propri utenti un nuovo strumento per poter accorpare tutti i propri account/pagine sotto un solo gestore: Facebook for Business.

Diciamo subito che è innanzitutto un modo per mettere ordine nel caso in cui si abbiano uno o più account pubblicitari, o pagine, che vengono identificati con indirizzo e-mail e  password non collegati a un account Facebook personale.

Questi ultimi sono i cosiddetti account condivisi, attraverso i quali, in linea di massima, le aziende “condividono” le credenziali di accesso dell’account con i dipendenti che li aiutano a gestire le inserzioni e le pagine.

Ma cosa succede da metà febbraio? Succede che dal 16 febbraio, appunto, tutti gli account pubblicitari e le Pagine dovranno essere gestiti usando l’account Facebook personale o Business Manager.

E’ quindi necessario decidere quale sia la natura del proprio account personale principale e poi iscriversi a Business Manager. In questo modo sarà possibile, in seguito, trasferire i propri accessi condivisi al proprio team di lavoro, seguendo pochi passaggi.

Questa è la breve mail di avviso da parte dell’amministrazione di Facebook relativa al suo nuovo strumento di gestione, e recita quanto segue:

 “Gestisci tutti i tuoi account pubblicitari e le tue Pagine con Business Manager

Salve caro inserzionista,

sembra che tu abbia pubblicato le inserzioni usando un indirizzo e-mail non collegato a un account Facebook personale. Questi tipi di account sono chiamati account condivisi perché generalmente le aziende li “condividono” con i dipendenti per gestire i loro account pubblicitari e le loro Pagine.

Adesso hai a disposizione uno strumento più facile per gestire gli account pubblicitari, le Pagine, le applicazioni e le autorizzazioni dei dipendenti in un unico posto: Business Manager.

Maggiori informazioni sul trasferimento dell’account

Dopo il 16 febbraio non supporteremo più gli account condivisi, pertanto stiamo chiedendo ai nostri clienti di creare un account in Business Manager o di collegare il loro account pubblicitario esistente a un profilo Facebook personale entro tale data.”

Il secondo step è decidere se passare ad un account personale o a Business Manager, e per questo Facebook dettaglia i criteri da seguire per ciascun caso specifico:

“Devo passare a un account personale o a Business Manager?

business_manager_

Devi trasferire la tua Pagina o il tuo account pubblicitario in unaccount Facebook personale se:

  • gestisci una sola Pagina Facebook o un account pubblicitario non collegato al tuo account Facebook personale.

Nota: anche dopo il collegamento solo tu vedrai che il tuo profilo è associato a una Pagina o un account pubblicitario.

Effettua l’accesso cliccando sul link di seguito. Assicurati di inserire l’indirizzo e-mail e la password condivisi che usi per gestire le inserzioni.

Passa a un account personale

In alternativa, scopri come passare a un account personale prima di iniziare.

business_manager_2

Devi trasferire le tue Pagine o gli account pubblicitari in Business Manager se:

  • gestisci più di tre Pagine;
  • le tue Pagine Facebook, i tuoi account pubblicitari e/o le tue applicazioni sono gestiti da più persone;
  • sei un’agenzia e accedi alle risorse Facebook dei tuoi clienti.

Effettua l’accesso cliccando sul link di seguito. Assicurati di inserire l’indirizzo e-mail e la password condivisi che usi per gestire le inserzioni.”

Queste, a grandi linee, sono le condizioni che guideranno la vostra scelta: potete seguire il tutorial di Facebook per saperne di più ;).

Quello che voglio sottolineare è che se decidete di passare al Business Manager dovrete accedere con il vostro account personale ed in seguito decidere quale pagina sia quella attraverso la quale gestirete tutto l’account. Se non ne avete una, Facebook vi da la possibilità di crearla sul momento, se ne avete più di una, decidete quale sia la pagina principale – potete cambiare in seguito se lo ritenete opportuno.

Gli aspetti che mi paiono più interessanti, al momento, riguardano il fatto che l’account personale e quello Business restino totalmente separati, che si possano organizzare dei progetti per ogni pagina costituendo dei team specifici e quindi assegnando dei compiti e delle responsabilità precisi a ciascun membro del progetto.

business_manager

Mi riservo di continuare ad utilizzarlo in modo più approfondito per scrivere il seguito di questo post ;).

Chi di voi già lo usa? Che ne pensate?

To be continued…

Social Media Map 2015: orientarsi nelle 260 risorse della mappa globale dei social media

Eccovi la mappa dei social media anno 2015! Edita da Overdrive Interactive vi darà un’idea – piuttosto dettagliata! – di tools, risorse, piattaforme, wikis e tanto altro ancora, relativa al magico mondo dei Social Media! La mappa è interattiva, basterà cliccare sopra per saperne di più ;)!

Io ho già cliccato un po’, lo ammetto!… anche se sono rimasta un po’ perplessa perché, ad esempio, non ho trovato Flipboard (ne ho parlato in un mio recente post), che tra l’altro ha lanciato, proprio in questi giorni, una nuova versione della sua web app! –.

E voi, vi ritrovate in questa mappa? Certamente è piena di spunti interessanti (260 link!! Tanta roba!), attendo di sentire la vostra in merito e nel frattempo… ve la metto qui sotto in pdf, condividetela ;)!

social-media-map-2015